CASTELLUCCIO DI NORCIA – 3/6.06.201

3 – 4 – 5 Giugno 2016 1200 km + tantissime ore di viaggio  Casale Monferrato – Fabriano – Castelluccio di Norcia – Norcia – Spoleto – Spello – Casale Monferrato/Milano 8 avventurieri fotografi del GFM alla scoperta dell’Umbria e delle Marche.

La nostra vacanza fotografica parte da Casale Monferrato con la prima macchinata composta da Sere e Mauri con il Dighi e Claudia, imbocchiamo la A26 diretti a Fabriano, già con musica a tutto volume di alta qualità, con canzoni come Bandiera Gialla e Viva la Mamma.

Dopo ore di viaggio arriviamo in serata nella splendida cittadina di Fabriano, dove Gio (Fratello di Mauri) e Veronica ci accolgono con una bella vista dall’alto del centro storico, qui l’occasione di scattare le prime fotografie non ce la facciamo scappare!

La serata prosegue con una buona cena in un ristorante tipico e un bel giro del borgo in notturna.

Per il secondo gruppo vacanze piemonte GFM, composto da Beppe e Claudio, detti anche B&B, la sveglia è molto prima dell’alba per affrontare il viaggio verso Castelluccio di Norcia.

Noi invece ce la prendiamo con più calma, iniziamo la giornata con una buona colazione e la mattinata la dedichiamo alla visita (gentilmente offerta da Claudia) del Museo della Carta di Fabriano. Grazie a questa visita conosciamo i metodi più antichi (ma ancora attuali un po’ più modernizzati) della creazione della carta e della filigrana, il Dighi non perde uno scatto e documenta tutti i passaggi su come si crea la carta.

Pieni di conoscenza appena appresa, il nostro stomaco ci ricorda però che lui è vuoto ! Allora il mitico Gio ci consiglia pane e porchetta che gioiosamente divoriamo !

Con la pancia piena e l’umore felice partiamo alla scoperta di Castelluccio di Norcia dove Beppe, Claudio, Roberto e Martina ci aspettano. Dopo 1,45h di strade tortuose e immerse nella campagne Umbre/Marchigiane arriviamo nel Pian Piccolo, dove si presenta un’immensa distesa di campi con Castelluccio sullo sfondo. Lo spettacolo è stupendo, macchine fotografiche alla mano e si scatta cercando di catturare al meglio possibile i colori e le forme che la natura ci offre.


Mauri & Sere
(Foto di Dighi)
Dighi in tutto il suo splendore
(Foto di Claudia)
La piana prima di arrivare a Castelluccio di Norcia
(Foto di Sere)
Il paese di Castelluccio di Norcia
(Foto di Dighi)

Raggiungiamo il resto della truppa al paese di Castelluccio di Norcia, un piccolo borgo arroccato in cima alla collina che domina dall’alto il Pian Grande e i Monti Sibillini, un borgo caratterizzato da una silenziosa bellezza fuori dal tempo.

Beppe e Dighi
(foto di Claudio)
GFM a Castelluccio di Norcia
(foto di Claudio)

Tutti bardati delle nostre preziose macchine fotografiche, con Claudio attrezzato del suo 70-200mm che non si separa neanche per fare pipì, affrontiamo la lunga salita del paese che ci porta alla Chiesa e ad una vista mozzafiato sul Pian Grande che nel periodo più caldo si colorerà di rosso, blu e giallo, ma per ora ci accontentiamo di vedere qualche campo di lenticchie giallo.

(Foto di Claudio)
 (Foto di Claudio)
(Foto di Dighi)

Dopo Castelluccio ci dirigiamo verso il Pian Grande per fotografare il paese dal basso e il famoso bosco a forma d’Italia, anche qui la vista è unica e inimitabile, tutti noi siamo impegnati nella ricerca dello scatto perfetto, dei colori e dell’angolazione per portare a casa lo “scatto-cartolina”.

La bellezza del paesaggio la lascio descrivere dalle nostre foto.

(Foto di Claudio)
(Foto di Dighi)
(Foto di Beppe)
(Foto di Claudio)

Oltre alle bellezze del paesaggio, vi facciamo vedere anche altre bellezze …

Beppe & Sere
(Foto di Dighi)
Roberto & Martina
(Foto di Dighi)
Dighi
(Foto di Claudia)
Claudio & il suo amato 70-200
(Foto di Dighi)

Prosegue una carrelata di fotografie del territorio.

(Foto di Claudio)
(Foto di Serena)
(Foto di Dighi)
(Foto di Serena)
(Foto di Serena)
GFM sulla piana di Castelluccio di Norcia

Dopo varie fermate fotografiche panoramiche si parte per Norcia, cittadina caratteristica per le sue “norcinerie” dove all’esterno si trovano soggetti al quanto tipici e all’interno ogni ben di dio tipico.

Alla ricerca di un buon aperitivo ci dirigiamo verso la piazza centrale che proprio questo pomeriggio si presenta con nuvoloni carichi di pioggia ma molto fotogenici.

(Foto di Dighi)
Basilica di San Benedetto – Norcia
(Foto di Beppe)
Piazza San Benedetto – Norcia
(Foto di Serena)
GFM alla conquista di Norcia

In questa cittadina sembra che il buon Beppe sia così famoso che i cittadini gli hanno dedicato una statua!

Statua dedicata al nostro Beppe nazionale
(Foto di Dighi)

Aperitivando si fa sera e il buon Claudio, esperto del luogo in quanto ha trascorso gli anni della spensieratezza, ci prenota in un ristorante tipico che consiglio se siete in zona, Ristornate Il Castoro a Preci.

Aperitivo Norcese per il GFM

Dopo una mangiata pazzesca ricca di piatti tipici i più temerari scattano qualche foto in notturna e sotto la pioggia!

Quante cose buona abbiamo mangiato !

Ultimo giorno della nostra fantastica giornata ! Primo sms dai B&B alle 8 del mattino con scritto che sono già pronti per partire! Noi invece siamo appena entrati nella sala colazione! Allora ne approfittano per qualche foto intorno.

(Foto di Beppe)
(Foto di Claudio)
(Foto di Beppe)

Dopo il 100millesimo sms del buon Claudio si parte alla volta di Spoleto, io sono gasatissima perché è dove hanno girato Don Matteo ! Ma sono poco compresa perché nessuno e ripeto nessuno, non ha mai guardato Don Matteo.

Si parcheggia e si parte alla volta della scoperta della cittadina che si presenta lunga e in salita!

(Foto di Claudio)
Dighi
(Foto di Serena)

Arriviamo finalmente nella famosa piazza della Chiesa dove sono state girate la maggior parte scene della fiction, io descrivo i vari luoghi ripresi ma nessuno mi ascolta e appena mi giro li ritrovo tutti seduti al bar con il solito aperitivo !

La Piazza è stupenda, preceduta da una lunga scalinata che porta alla Chiesa e valorizzata da nuvole scenografiche !

(Foto di Dighi)
(Foto di Serena)
GFM go to Spoleto

Lasciando B&B al loro aperitivo, io e Mauri con Dighi e Claudia ci dirigiamo alla Rocca Albornoziana che sorge sulla sommità del colle Sant’Elia. Paonazza e senza fiato io e freschi come delle rose gli altri arriviamo in cima da dove si ammira un panorama straordinario su Spoleto e sulla Valle Umbra.

Dopo tanta fatica ci accorgiamo che ci sono delle comode scale mobili per arrivare alla Rocca che utilizziamo in discesa verso il parcheggio (mannanggia!!!).

(Foto di Dighi)
(Foto di Serena)
(Foto di Dighi)
(Foto di Serena)


Lasciamo Spoleto per dirigersi a Spello, anche qui ci troviamo in una splendida cittadina caratterizzata da vicoli fioriti, uno diverso dall’altro e uno più bello dell’altro, essendoci già stata anni fa convinco tutti (con un po’ di sforzo) ad andare fino in cima al paese da dove è possibile ammirare una splendida panoramica.

(Foto di Serena)
(Foto di Dighi)
(Foto di Dighi)
(Foto di Serena)
Claudio, Beppe e Claudia
(Foto di Serena)
(Foto di Claudia)
Claudio e Claudia
(Foto di Serena)
(Foto di Serena)
GFM a Spello

Piccola sosta per pranzo e poi grandi acquisti alimentari locali, il buon Claudio si aggiudica il premio come miglior acquirente, si porta a casa una coscia intera di buon prosciutto !!!

Claudio e il suo nuovo amico

Si fa tardi e la strada è lunga, quindi ci rimettiamo in marcia, questa volta però verso casa.

Il viaggio è lungo e per renderlo meno noioso attacco la mia super compilation di musica che tutti cantiamo a squarcia gola, qualche commento ai milanesi imbruttiti che tornano a casa e dopo ore e ore di viaggio ecco il cartello, Casale SUD!

Concludiamo qui la nostra fantastica vacanza e non resta che ringraziare i miei fedeli compagni di viaggio che hanno dimostrato entusiasmo e felicità nel passare questi giorni insieme.

Alla prossima fioritura !

Scritto da Serena Moretto

Tag:, , , , , , , , ,
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *