OASI DI S.ALESSIO – 14.05.2016

SPRING.
2k16.

Potevano i fiori non sbocciare sugli alberi? Poteva il Sole non tornare a sorgere dopo la notte? Poteva il gatto andare al lardo e non lasciare lo zampino? Potevano non esserci più le mezze stagioni? Poteva la fetta biscottata non cadere dalla parte della marmellata?
POTEVA IL GFM NON FARE LA -ORMAI CONSUETA- GITA PRIMAVERILE ALL’OASI DI SANT’ALESSIO ? ? ?
Si, potevamo non farla… ma invece la abbiamo fatta proprio proprio! E ci siamo pure divertiti!

Ore 8.45 in punto Ritrovo del primo gruppo a Casale, fronte Teatro Municipale per raggruppamento e partenza per Occimiano Beach, dove il secondo gruppo aspettava in piazza.
Rapida ri-organizzazione dei mezzi di trasporto e non si indugia ulteriormente!
SI SGOMMA IN DIREZIONE SALESSIO! 

Io e il buon Emils
Tino (in arte Cristofer) e Dighi (in arte Ale)
La piccola Greta, Manu e Dighi
Tutti… o quasi!
Gran macchinata! Piero e Ale(..ssandra) con Ale(..ssandro) e l’intamontabile PEPPE!
Stefano beato tra le donne: Elena, Manu, Greta e Barbara

Ma la strada per L’Oasi di S. Alessio (aka SALESSIO) è piena di insidie, e puntualmente in zona Pavia sbagliamo strada…
Ma niente paura: guida Tino!

Siamo a posto…!
 

Dopo un lunghissimo viaggio (senza nemmeno una piccola pausa in autogrill, ndr) arriviamo finalmente in Oasi!
C’è chi fa la coda per tesserarsi…

… e chi prepara già l’attrezzatura!

Ma non c’è  tempo da perdere, perché ci aspetta una sorpresona in zona centrale dell’Oasi: stand Sigma con touch&try del niente meno che il leggendario Sigmone DUECENTOCINQUECENTODUEOTTO (mi manca il fiato ancora adesso)!
Alla sua vista, già in lontananza (vista la dimensione..) alcuni iniziano a piangere dall’emozione, altri svengono dalla gioia, Tino inizia a prendersi a schiaffi da solo pensando di essere in un sogno, le donne partoriscono tutte in un sol colpo, a Beppe cadono i baffi e gli ricrescono subito dopo, uccelli in volo precipitano, Dighi inizia a cantare come Fred Astaire, la Sere… beh, la Sere non era ancora arrivata..!

Ma l’euforia viene presto smorzata da una TRAGICA scoperta: c’è solo con attacco CANON.

WTF ?!

Ma siccome l’occasione è ghiotta, anche se siamo fedeli al marchio non possiamo non farci prestare una Canon per testare il bestione con qualche scatto.

La mia espressione dice tutto !
 
John Balbovich fotografato con il Sigma 200-500 f2.8
 

E dopo questo piccolo momento di paradiso fotografico possiamo darci da fare con le fotografie naturalistiche.
La mattina la dedichiamo al percorso Europeo.

“se non siete fra quelli, non rompete i C*****!!”
 
Foto di Alessandra
 
Foto di Barbara
Foto di Alessandro
Foto di Edoardo
Foto di Greta
Foto di Piero
Foto di Piero

Naturalmente non manca lo spazio nemmeno per i selfie, qui immortalato da una doppia angolazione!

“Ehi Sere ma quando sei arrivata??”
Foto di Greta

e al momento opportuno…TAAAAAAC! ecco che snoccioliamo fuori la BENEAMATA bandiera!

Fotografare con stile

Ma ad un bel momento la fame chiama, e la pausa pranzo è di rigore.
Unico momento della giornata in cui lasciamo riposare le macchine fotografiche, qui fotografate in un tripudio di fotografichezza.
Fate le foto non fate la guerra!

Pomeriggio percorso Tropicale, senza dimenticare l’esibizione di falconeria.

Il disturbatore di Tucani
Foto di Manuela Quarello
“UUUH, disgustosa!”
Piero all’attacco !

La giornata è stata lunga, ma non disdegniamo un ultimo saluto al SIGMONE con annessa foto commemorativa della giornata!

IL GFM E’ QUESTO E MOLTO ALTRO!
VENITE A TROVARCI!

Scritto da: Edoardo Mazzucco

Tag:, , , , , , , ,
Previous Post Next Post

Comments

Add Your Comment
  1. Rispondi

    Dighi, con Greta e Manu… shot of the day !

  2. Giornata fantastica ! Siamo stati veramente bene, quando si ha una buona compagnia come la nostra non si può che è essere felici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *